La Turris studia il grande colpo in mediana: tentativo per l'ex Juve Stabia Mezavila!

08.06.2018 11:15 di Vincenzo Piergallino  articolo letto 1332 volte
La Turris studia il grande colpo in mediana: tentativo per l'ex Juve Stabia Mezavila!

Un big per reparto, giocatori di categoria e giovani affidabili. Si va delineando il mercato della Turris, nell'obiettivo di creare il giusto mix che possa permettere ai biancorossi di essere competitivi nel prossimo campionato di serie D. Competitivi e con licenza di sognare ma senza proclami, come ribadito dal presidente Colantonio dopo la salvezza.

I corallini sono stati tra i primissimi a partire con la programmazione della prossima annata calcistica, avviando più di una trattativa. Tanti gli ami lanciati, con più di una soluzione per ogni reparto, dalla più altisonante ma allo stesso tempo di difficile realizzazione, a quella meno roboante ma più fattibile. Tutte, però, con la convinzione che possano fare al caso di mister Grimaldi.

Già note alcune piste per difesa e attacco, mentre per il centrocampo la società corallina starebbe pensando al grande colpo e le ultime indiscrezioni parlano di un interessamento per Adriano Mezavila, centrocampista classe ’83 brasiliano ma con più di 400 presenze nei professionisti tra serie B e C, nonché circa 40 reti con le maglie di Alessandria, Juve Stabia, Taranto, Perugia, Pisa, Cesena, Catania, Virtus Lanciano e per finire Reggina. Uomo d'ordine della mediana, dalla grande personalità ed esperienza, sarebbe un vero e proprio top player per la serie D, categoria nella quale non ha mai militato.

La sua avventura con gli amaranto sembra giunta al capolinea ed ecco che la Turris sta fiutando la possibilità di quello che, almeno sulla carta, sarebbe un innesto in grado di spostare notevolmente gli equilibri, oltre al grande impatto mediatico che potrebbe generare. A quanto pare il ds Governucci ha già allacciato i contatti con il 35enne centrocampista, protagonista con la Juve Stabia della storica promozione in serie B. Operazione che si preannuncia ostica, ma la Turris ci vuole provare, convinta di avere più di un buon argomento per convincere il brasiliano ad accettare il progetto targato Colantonio.