IL PARADOSSO - Il prossimo girone calabro-siciliano sarà morbido. Crisi a Gela, Castro e Acireale. Caos Messina!

16.06.2019 06:28 di tuttoturris .com   Vedi letture
© foto di Luigi Gasia/TuttoNocerina.com
IL PARADOSSO - Il prossimo girone calabro-siciliano sarà morbido. Crisi a Gela, Castro e Acireale. Caos Messina!

Se quest'anno il girone I, raggruppamento calabro siciliano, è stato davvero di buon livello, complici le presenze di Bari e Turris, l'anno prossimo si prospetta un girone abbastanza "morbido" per le situazioni poco felici economicamente parlando di Acireale (alle prese con vertenze e vicino al fallimento), Gela, sempre con il problema  stadio, e Castrovillari, che da poco è "entrato" in crisi con le dimissioni della società. Se a queste aggiungiamo il caos di Messina, con il Città che è stato rilevato dal famigerato Arena (che ha rilevato anche logo e marchio storico per accattivarsi i tifosi), e l'ACR di Sciotto che si è fuso con il Camaro, e con i tifosi che non sanno ancora quale squadra seguire. Insomma, una situazione non facile per usare un eufemismo. Situazione non rosea anche a Marsala e Troina, dove ci saranno budget ridotti. 

IN CASO DI SERIE D PER LA TURRIS sarebbe un peccato non affrontare nuovamente questo girone che si presenta sicuramente più alla portata rispetto al girone H, quello pugliese, che l'anno prossimo annovererà squadre del calibro del Brindisi, Taranto, Casarano, Andria, Bitonto e forse Cerignola. In tal caso, davvero ci vorrà una corazzata per lottare per la vittoria del campionato...