IL PAGELLONE DELLA TURRIS - Follera annulla lo scetticismo, Visciano dà l'anima. Guarracino prezioso, Romano flop. Esempio il miglior under...

02.06.2018 12:30 di Vincenzo Piergallino  articolo letto 1035 volte
foto varo
foto varo

Il consueto pagellone di fine stagione...

Portieri

D’INVERNO 6 - Trattasi di un classe ’99, ha dei margini di miglioramento importanti. Dopo gli sbandamenti iniziali, si riprende con una serie di parate importanti, mostrando personalità. 

TESTA 6 - Parte da titolare per poi cedere il passo a D’Inverno. È un buon portiere e para anche due rigori. La Turris punta su di lui fino ad un certo punto. Avrebbe comunque meritato più spazio.

____________________________________

Difensori

FOLLERA 6,5 - Di sicuro non è una scoperta, perché a Torre lo si conosceva bene, ma era comunque arrivato nello scetticismo di chi pensava fosse oramai un calciatore non più adatto alla serie D. Invece il buon Mario è stato il miglior difensore di questa annata per continuità di rendimento, senza tralasciare il fatto che spesso ha messo la faccia durante i momenti difficili della stagione.

CASO 5,5 - Parte alla grande a dicembre, salvo poi regredire durante il girone di ritorno. Ci si aspettava qualcosina in più.

GUASTAMACCHIA 6+ - Buon difensore centrale, dà sempre sicurezza al reparto. Benino anche come play basso davanti la difesa in determinate partite. Continuità comunque minata dagli infortuni.

SALL 5 - Ci si aspettava qualcosa in più, visto il curriculum importante. Va via a dicembre senza rimpianti.

ESEMPIO 7 - Probabilmente il  miglior under della Turris. Un ’99 che aveva già iniziato nello scorso finale di stagione dell’era Giugliano, poi rivelatosi prezioso quest’anno. Le gioca quasi tutte ed errori macroscopici non ne fa mai. Grintoso e puntuale.

GAZZANEO s.v. - Gioca poco per avere un giudizio completo ed oggettivo, ma mostra sempre grande professionalità in campo e fuori.

PIACENTE 6 - Alterna grosse prestazioni a scivoloni che poi son costati cari. Se fosse stato più disciplinato tatticamente, sarebbe stato un top per la categoria. Non sarà l’anno venturo under, ma potrebbe avere un futuro da ala più che da terzino.

___________________

Centrocampisti

VISCIANO 7 - Cuore corallino, ci mette sempre l’anima anche quando il fisico pare non reggere. Zanzara.

LIBERTI 6 - Meriterebbe qualche chance in più. Motorino inarrestabile, grinta e polmoni colmano qualche limite tecnico.  Può  migliorare tanto essendo pur sempre un ’96.

PONTILLO 6,5 - Prestazioni sempre sufficienti e con discreta personalità. Il suo è probabilmente il ruolo più difficile della squadra: far salire i compagni e dare geometrie. Non ci riesce sempre, ma tutto sommato è l’unico che riesce a dare un po’ di qualità alla manovra e tanti assist ai compagni.

ROMANO 4,5 - E’ stata la delusione del mercato. Doveva essere il “Big” che faceva fare il salto di qualità alla rosa corallina. Subito gettato nella mischia a mò di salvatore della patria, ridiventa ben presto panchinaro di lusso. Non lascia il segno.

SORRISO 5 - Non è che giochi molto, ma la sensazione è che sia ancora acerbo per la serie D.

DE SIMONE 5 - Arrivato come golden boy del Napoli primavera, ben presto rimane invischiato e intrappolato nella ruvidezza della serie D.

VALENTINO 6,5 - Nella prima parte di stagione non parte quasi mai titolare, ma ha il merito di fare più di un gol pesante

FERRIERI 5 - Ancora acerbo e forse non pronto per la D. Un po’ di esperienza in una piazza meno esigente lo aiuterebbe molto.

BROGNA s.v. - Pochi scampoli per lui per farsi notare dal pubblico torrese.

________________________________________

Attaccanti

LONGOBARDI 4 - Andato via a dicembre, onestamente ci si aspettava molto di più. Sapevamo che non era il Longobardi di qualche anno fa, ma non fino a questo punto.

BORRIELLO 5,5 - Deve sicuramente crescere, è pur sempre un classe ’99. Non si è ancora dimensionato alla serie D. Confermato per l’anno prossimo, avrà una chance importante per ripetere quanto di buono fatto con la Juniores..

IMPROTA UMB. 5,5 - Ci si aspettava qualcosa in più. Inutile negarlo. Si spreme sulla fascia per dare un pizzico di qualità ad una squadra che ne aveva poca, soprattutto nella prima parte di stagione, pagando in lucidità sotto rete.

IMPROTA GIAN. 6 - Nonostante le poche apparizioni per il tesseramento negli ultimi mesi, dà il suo contributo con gol decisivi. Ma un guaio fisico lo ferma sul più bello…

LICCARDI 6 - Arrivato come “mister 50 gol” in Eccellenza, dà sempre l’anima in campo, partendo quasi sempre dall'inizio. Questo va riconosciuto. Forse non riesce a ripetere la media gol/minuti degli anni precedenti, ma comunque dà anche lui un contributo in chiave salvezza con 5 reti e 5 assist. 

GUARRACINO 6,5 - Nel silenzio di chi ha fatto tante panchine, pian pianino si riprende i galloni del titolare, complice anche l’infortunio di Liccardi e il suo calo. Trascina la Turris alla salvezza con gol anche di buona fattura.

ROGHI 6,5 - Ha qualità tecniche per essere un top player di categoria. Purtroppo le fa intravedere solo a sprazzi. Quando ha voglia, sa come mettere in difficoltà qualsiasi difesa. Discontinuo ma il talento c’è!

__________________________

Allenatori

CARANNANTE 6 - Paradossalmente risalta più all'occhio la sua prima Turris che non la seconda, nonostante i rinforzi dicembrini. Tutto sommato arriva a 40 punti sul campo ma non bastano per salvarsi senza gli spareggi, complice il -4 in classifica ed un finale di stagione al di sotto delle aspettative.     

POTENZA 5 - La sua avventura dura solo 3 partite. Vero è che viene penalizzato dallo scarso feeling con l'ambiente, ma allo stesso tempo non riesce a dare quella scossa che si richiede subito dopo un cambio di conduzione tecnica.