Governucci: "A Taranto serviranno gli attributi. Lo Iacovone deve essere uno stimolo". I probabili 11...

 di Vincenzo Piergallino  articolo letto 684 volte
Governucci: "A Taranto serviranno gli attributi. Lo Iacovone deve essere uno stimolo". I probabili 11...

Gara da dentro fuori per la Turris nella tana del Taranto. Considerando anche le numerose assenze, sulla carta l’impresa appare più che proibitiva per i corallini, ma il ds Antonio Governucci punta tutto sulle motivazioni in vista dell’ultimo atto della stagione: Quella di domani è una partita per gente con gli attributi. Le assenze non possono rappresentare un alibi. Giocare allo Iacovone deve essere uno stimolo per tanti di noi, un palcoscenico nel quale dobbiamo dimostrare di che pasta siamo fatti dal punto di vista caratteriale. Non basta la prestazione, serve almeno un pareggio per non dipendere dagli altri e dobbiamo fare di tutto per non lasciare sul terreno di gioco il minimo rimpianto. Poi è chiaro che sarei falso se dicessi che non butteremo un occhio sugli altri campi, ma noi dobbiamo fare il nostro per le ambizioni della società e per i tifosi, che anche oggi ci hanno spronato. Ad onor del vero però devo anche sottolineare che, salvo gli ultimi inghippi, il cammino della squadra nel girone di ritorno è stato comunque molto positivo. Ed è proprio per questo che i ragazzi devono sfoderare una prova d’orgoglio, dimostrando ancora una volta che meritano questa salvezza per quanto fatto in precedenza”.

Sul vertice avvenuto in settimana tra società e squadra: “L’assenza dell’allenatore? Non ci vedo nulla di strano. La proprietà è super partes e decide se e quando confrontarsi solo con lo staff tecnico o solo con la squadra, o ancora con entrambi, a seconda delle situazioni e delle sue valutazioni. Succede anche nelle categorie superiori, non ci vedo questa grande novità…”.      

I PROBABILI 11 – Formazione quasi obbligata per Carannante, privo di ben 6 titolari. Probabile l’impiego del senior Gazzaneo per sostituire lo squalificato Esempio sulla fascia destra, visto il poco minutaggio di Migliaccio. A completare il reparto difensivo Caso, Follera e Piacente. In mediana quasi scontato l’impiego di Ferrieri per far quadrare il conto degli under, con Pontillo favorito su Romano in cabina di regia e Liberti pronto ad agire al posto di Visciano. In avanti toccherà a Guarracino rimpiazzare Liccardi al centro dell’attacco, assistito da Borriello più uno tra Umberto Improta e Roghi.

Probabile formazione TURRIS (4-3-3): D’Inverno, Gazzaneo, Caso, Follera, Piacente; Liberti, Pontillo, Ferrieri; Borriello, Guarracino, Improta U. (Roghi). All.: Carannante.