Giugliano annuncia: "Farò iscrizione incompleta. Ma se entro 8 giorni non si presenta nessuno, porterò il titolo altrove..."

 di Vincenzo Piergallino  articolo letto 2085 volte
Fonte: tratto da Metropolis Quotidiano
Giugliano annuncia: "Farò iscrizione incompleta. Ma se entro 8 giorni non si presenta nessuno, porterò il titolo altrove..."

In attesa di capire che ne sarà del futuro della Turris, Giugliano torna a parlare e annuncia che inoltrerà domanda d'iscrizione incompleta al prossimo campionato di serie D, il che garantirà altri 10 giorni di tempo per stabilire le sorti del titolo sportivo. Ecco alcune dichiarazioni del patron corallino rilasciate al quotidiano Metropolis: "Domani iscrivo la squadra al campionato. Presenterò una domanda incompleta per dare altri 8 giorni di tempo a chi vuole rilevare la società. Se nessuno dovesse farsi avanti, il 24 luglio la completerò io l'iscrizione ma porterò la squadra a giocare altrove".

Sulle trattative saltate per la cessione del club: "Tutte chiacchiere. Alcuni addirittura volevano che facessi da sponsor per iniziare. Gli unici che veramente volevano la Turris erano Rosario Gaglione e Antonio Colantonio, ma non è stato possibile perché i tifosi li ritenevano il male peggiore".

L'imprenditore stabiese, contestato negli ultimi comunicati del tifo organizzato, non ha risparmiato qualche stoccata agli stessi nel corso dell'intervista: "Se dopo 3 anni di calcio a Torre del Greco, fare il quarto sembra essere impossibile come successo anche ai miei predecessori, qualche problema se lo devono porre anche i tifosi. A questo punto il male della Turris non è il loro presidente ma loro stessi. Mio fratello andò a vedere la gara con la Cavese ed i tifosi della Turris esultavano al gol dei metelliani. Giugliano poi era buono quando ex dirigenti portavano la moglie allo stadio, nella biglietteria, per un paio d'ore di lavoro remunerato. Mentre Orgoglio Corallino, che ora fa comunicati in cui non mi vogliono, si faceva accreditare in trasferta ogni domenica".

Infine una stoccata anche a Corrado Scarlato: "Ho ancora salvato un suo messaggio dello scorso gennaio in cui diveva che la situazione finanziaria era troppo pesante".