"Garra", esperienza e mentalità, la Turris di Da Dalt: "Inizio non facile, ora mi sento al top. Con Avellino e Vibonese a dicembre lontani dalla vetta, eppure..."

15.11.2019 06:22 di Vincenzo Piergallino   Vedi letture
"Garra", esperienza e mentalità, la Turris di Da Dalt: "Inizio non facile, ora mi sento al top. Con Avellino e Vibonese a dicembre lontani dalla vetta, eppure..."

Dopo la ritrovata vetta della classifica, seppur in condivisione con il Latte Dolce, ls Turris si appresta all’impegno casalingo contro la Torres. A parlare dell’attuale momento dei corallini, rinvigoriti dalla vittoria importante di Ostia, è l’argentino Franco Da Dalt, ospite della trasmissione “Casa Corallini” di Tv City: Siamo una squadra costruita per stare in alto. Era normale avvertire un po’ di malumore dopo il pareggio con il Latina. Un pari che, per come era pervenuto, aveva lo stesso sapore di una sconfitta. Eravamo consapevoli che ad Ostia non potevamo assolutamente sbagliare e così è stato. Pure dopo aver incassato il gol del momentaneo pareggio, sapevamo dentro di noi che alla fine ce l’avremmo fatta a portare la vittoria a casa. Non ci siamo arresi e subito dopo abbiamo trovato il nuovo vantaggio, sintomo che la squadra è viva”.

L’ala corallina, tra i migliori in campo nella trasferta di Ostia, fa un primo bilancio personale di questi primi mesi di Turris, ammettendo di aver pagato ad inizio stagione una condizione fisica non ottimale: “A Torre del Greco mi trovo bene e la società mette noi giocatori nelle condizioni migliori per esprimerci al massimo. Venivo da un anno nel quale avevo giocato tantissimo e non avevo smaltito del tutto le tossine in estate. Poi l’infortunio in ritiro mi ha un po’ penalizzato all’inizio, ma in questi casi mi ha aiuta molto la forza caratteriale, la consapevolezza di quello che sono e di quello che posso dare. Mi sono messo sotto, ho lavorato duramente e adesso sono carico. Non sono un fenomeno, per aiutare i miei compagni devo stare bene fisicamente e mentalmente, ed ora lo sono!”.

A proposito delle esperienze precedenti, Da Dalt ricorda le ultime due promozioni consecutive, centrate con le maglie di Avellino e Vibonese, frutto di grandi rimonte nei gironi di ritorno: L’anno scorso l’Avellino ad un certo punto era a -12 dal primato. Anche quando vinsi con la Vibonese, a dicembre eravamo a -10 dalla vetta. Sono abituato alle difficoltà della D, ma la Turris vive una situazione molto diversa. Già a novembre è prima, sintomo che il gruppo è di grande valore e che ha le idee chiare da subito sull’obiettivo da conquistare”.