Corsa contro il tempo per l’adeguamento del Liguori - Dal fronte istituzionale: “Lavoriamo su più fronti per rispettare le scadenze”

21.03.2019 13:53 di Vincenzo Piergallino   Vedi letture
Corsa contro il tempo per l’adeguamento del Liguori - Dal fronte istituzionale: “Lavoriamo su più fronti per rispettare le scadenze”

E’ corsa contro il tempo per il restyling del Liguori. Il Comune ha previsto circa 700 mila euro per realizzare gli interventi necessari per presentare la domanda di ripescaggio alla Lega Pro, ma per rientrare nei tempi previsti bisogna attraversare un iter burocratico di non semplice risoluzione. Per questo motivo sia la Turris che la tifoseria restano in grande apprensione, con il serio rischio di veder passare il treno dei Pro senza la possibilità di salirci.

Mai come questa volta, infatti, il tempo è tiranno. Tanti gli interventi prima da autorizzare e poi da realizzare per avere un Liguori a norma entro la fine di giugno. Tuttavia dal fronte istituzionale ribadiscono il massimo impegno per rispettare le scadenze previste, come sottolineato dall’Architetto Giuseppe D’Angelo, responsabile ufficio dell’edilizia sportiva: Stiamo agendo nella massima velocità possibile, lavorando su più fronti in contemporanea per rientrare nei tempi previsti. Speriamo di portare risultati concreti nei prossimi giorni. Nello specifico ci sono diversi discorsi in atto: da una parte abbiamo instaurato contatti con Lega Pro e Dilettanti per il manto erboso ed il relativo sottofondo, dall’altra con i Vigili del Fuoco per la SCIA antincendio, dall’altra ancora abbiamo avviato l’iter per la progettazione del nuovo impianto di illuminazione e della videosorveglianza”.

Sul sintetico, D’Angelo specifica: “Abbiamo inoltrato richiesta ufficiale alla Lega per effettuare un sopralluogo, atto a stabilire se il sottofondo è idoneo per l’installazione di un nuovo manto erboso. Se la Lega ci darà parere positivo, il che ci farebbe risparmiare ulteriore tempo, partiremo con il progetto. Contiamo di partire con i lavori entro la fine di aprile, subito dopo Pasqua per intenderci. E se tutto fila liscio dovremmo farcela proprio per la fine di giugno. I tempi purtroppo sono ridottissimi, speriamo di non trovare intoppi di natura burocratica lungo il nostro percorso che esulano dalle nostre volontà. L’amministrazione ci ha chiesto di dare massima priorità alla questione stadio e stiamo facendo tutto il nostro possibile per accelerare i tempi”.

Nel frattempo è scaduto lunedì scorso l’avviso di indagine informale di mercato per il conferimento dell’incarico professionale tecnico per l’adeguamento degli impianti elettrici, di illuminazione e videosorveglianza del Liguori. Subito dopo è partita la procedura di richiesta di offerta a coloro che hanno presentato domanda di partecipazione alla gara, stabilendo per venerdì prossimo l’apertura delle buste. Una volta superato anche questo step, il passo successivo prima di poter avviare i lavori è la realizzazione del progetto da parte del soggetto che si aggiudicherà la gara, effettuabile in massimo 30 giorni.