Colantonio: "Questa Turris può battere chiunque. Penalizzazione? Sarebbe assurda! Su Longobardi e mercato..."

 di Vincenzo Piergallino  articolo letto 1202 volte
Colantonio: "Questa Turris può battere chiunque. Penalizzazione? Sarebbe assurda! Su Longobardi e mercato..."

All’indomani del pareggio con l’Altamura, anche il presidente Antonio Colantonio promuove la prestazione della sua Turris, soffermandosi in particolare su un aspetto: “Il solo fatto che abbiamo accolto con amarezza un risultato nel quale alla vigilia avremmo sperato, poiché sul campo di una delle pretendenti al trono del girone, rende bene l’idea di quanto questa squadra stia andando oltre le aspettative. E’ una Turris tenace, che diverte e che vuole vincere contro tutti, giocandosela a viso aperto in qualsiasi situazione. Peccato solo per le scelte arbitrali, che ancora una volta ci hanno penalizzato”.

LA BATOSTA – Il tono di Colantonio si fa più brusco sul tema penalizzazione: “Premesso che ancora non è stata applicata e che abbiamo prontamente presentato ricorso, sarebbe assurda riceverla per una questione che non ha nulla a che fare con questa società e che risale a 3 anni fa. Non eravamo al corrente di questa situazione e se anche lo avessi saputo in estate, comunque non avrei cambiato idea sul rivelare la Turris. Certo è che da quando mi sono insediato si sono susseguiti vari episodi che non fanno piacere e la sfortuna ha voluto che si presentassero tutti insieme, ma allo stesso tempo li abbiamo affrontati senza tirarci indietro. Spero che le brutte sorprese siano finite qui, anche perché chiunque perderebbe stimoli se dovessero continuare…”.

BOMBER E MERCATO – Il patron corallino lascia intendere che, dopo il tentativo a vuoto per Orlando, a questo punto si aspetterà il mercato di dicembre per eventuali rinforzi: Ora non ha più senso intervenire. I giocatori in questa fase fanno richieste assurde ed hanno bisogno di tempo per entrare in condizione. Meglio dunque attendere la riapertura delle liste, anche se in questo momento la Turris si sta esprimendo alla grande ed ha ancora ampi margini di crescita”. Sull’esclusione di Longobardi nell’ultimo match: Giovanni è un ragazzo serio e lo ha dimostrato anche domenica quando, nonostante non partisse da titolare, ha comunque dato una grande carica e convinzione ai ragazzi. Sulla sua professionalità non ho alcun dubbio”.

IL PROSSIMO MATCH – Domenica prossima la Turris tornerà al Liguori per un match dagli interessanti spunti tecnici con la Sarnese: “Mi aspetto un’altra bella gara – ammette Colantonio -. Forse avremo qualche assenza importante, ma confido nella saggezza di Carannante, che negli ultimi tempi si è inventato delle grandi soluzioni tattiche per arginare le defezioni”.