CLAMOROSO POST REVOCA – La gestione può tornare a Gaglione…

 di Vincenzo Piergallino  articolo letto 1296 volte
CLAMOROSO POST REVOCA – La gestione può tornare a Gaglione…

Gli effetti post revoca della gestione dell’Amerigo Liguori alla Turris potrebbero rivelarsi ancor più clamorosi del provvedimento stesso. Secondo gli ultimi rumors infatti il Comune, per il “riaffidamento” della struttura, non dovrebbe stilare un nuovo bando, ma consultare rispettivamente le altre società in graduatoria che avevano partecipato con Giugliano alla prima gara di assegnazione, ossia le scuole calcio FC Turris, rappresentata sulla ora da Infante ma fondata dall'ex Rosario Gaglione, e la Preziosissimo Sangue. E la seconda in classifica per punti ottenuti, eventualmente prima ad essere consultata, sarebbe proprio la società dell’ex patron corallino, che in questo modo clamorosamente potrebbe tornare a gestire il Liguori, a pochi mesi di distanza dalla scadenza della prima convenzione che gli aveva garantito la gestione dell’impianto di Viale Ungheria dal 2009.   

Si ricorda inoltre che le condizioni attuali per l’affidamento del Liguori prevedono 20.500 euro di canone annuo in favore del Comune, pari al doppio di quanto offerto dagli altri due partecipanti al bando; un progetto di manutenzione straordinaria per migliorie allo stadio per 65 mila euro. Ed è proprio in questi due impegni che la Ap Turris rappresentata da Giuseppe Giugliano aveva ottenuto il massimo dei punti assegnabili, ribaltando l’esito della gara pubblica e colmando l’iniziale “gap” con le due contendenti, favorite negli iniziali punteggi attribuiti in base ad anzianità nel settore e precedente esperienza nella gestione di impianti sportivi.

Una vittoria che però è valsa poco, vista la fresca revoca, frutto a questo punto di un incredibile autogol da parte del club corallino, i cui effetti potrebbero essere assai dolorosi a questo punto in ottica futura...