Carannante: "Male in avanti, puniti dall'unica disattenzione. Ci sarà da lottare fino alla fine..."

 di Vincenzo Piergallino  articolo letto 809 volte
Carannante: "Male in avanti, puniti dall'unica disattenzione. Ci sarà da lottare fino alla fine..."

Mister Carannante commenta il doloroso ko di Aversa: "Gara difficile da commentare. Credo che l'Aversa, durante l'intero arco del match, abbia superato una sola volta la metà campo, quella in cui ci ha fatto gol, con un tiro tra l'altro spettacolare di Giacobbe. Poi si è difesa benissimo, ma noi dovevamo fare di più in attacco. Le abbiamo provate tutte per riprendere il match, passando dal 4-3-3 al 3-4-1-2, fino al 4-2-4, ma non ci siamo riusciti sia per meriti dell'Aversa, che si è chiusa bene, sia per mancanze nostre nella fase offensiva, che sinceramente non mi è proprio piaciuta. Roghi? Per più di 50 minuti l'ho schierato dietro le punte, ma anche lui non ha dato quello che mi aspettavo in quella posizione".

Il tecnico corallino si sofferma poi sull'episodio che ha determinato il vantaggio normanno: "Sul gol subito forse siamo stati un po' molli nel lasciar calciare Giacobbe con troppa facilità, ma non ci sono state altre situazioni in cui l'Aversa ci ha impensierito, anzi... Per come si è svolto il match, abbiamo buttato via una gara che potevamo fare nostra. Dispiace tantissimo, perché la Turris meritava quantomeno un pareggio".

Carannante tuttavia non teme contraccolpi psicologici: "Anche se avessimo vinto oggi, non avrei cambiato il mio pensiero. La corsa salvezza si deciderà solo alla fine e ci sarà da battagliare su tutti i campi. E una minima disattenzione può costare caro, come successo oggi".