Carannante: "Impresa sfiorata, ma che orgoglio questa Turris! Longobardi? Scelta tecnica..."

 di Vincenzo Piergallino  articolo letto 1829 volte
Carannante: "Impresa sfiorata, ma che orgoglio questa Turris! Longobardi? Scelta tecnica..."

Dopo il pari con l’Aversa, un altro punto dal sapore beffardo per la Turris, raggiunta solo nel finale dall’ostica Altamura. Un altro pari che suscita rammarico nell’ambiente biancorosso, come confermato dal tecnico Caranannante: Alla vigilia avrei firmato per il punto però, se vediamo il modo in cui è pervenuto, il rammarico c’è. Non commento mai le scelte arbitrali, ma oggi ci hanno penalizzato non poco. L’espulsione di Esempio è stata esagerata a mio avviso e gli stessi giocatori dell’Altamura a fine gara hanno rivelato che nell’occasione del gol ci fosse un fallo evidente su Testa. Detto questo, anche oggi la Turris ha mostrato grande orgoglio e abbiamo sfiorato l’impresa contro una squadra importante, costituita da 6 o 7 giocatori di categoria superiore. Bravi anche a sopperire alle assenze, che ci avevano privato di due pedine importanti come Guastamacchia e Borriello”.

Sull’esclusione di Longobardi: Fuori per scelta tecnica. Ci sta che qualcuno rifiati dopo una serie di partite, in modo da ricaricare le pile in vista dei prossimi impegni. Ho a disposizione una rosa di 20 titolari, che mi permettono di lavorare su una squadra camaleontica, pronta a cambiare strategia in base all’avversario. Sorriso da falso nueve? Bene come il resto della squadra. Oggi ho solo elogi per i ragazzi”.

Sulla penalizzazione: “Noi dobbiamo cercare di fare quanti più punti possibili, pensando domenica per domenica e senza fare tabelle. Per il resto la società giocherà un’altra partita fuori dal campo, ma noi dobbiamo pensare solo al calcio giocato”.