Caccia al tecnico - Sorpasso Fabiano. Colantonio: "Scelta tra due nomi. Arriverà un tecnico manager..."

02.10.2018 19:00 di Vincenzo Piergallino  articolo letto 2205 volte
Caccia al tecnico - Sorpasso Fabiano. Colantonio: "Scelta tra due nomi. Arriverà un tecnico manager..."

Ancora in pieno evolversi la caccia al tecnico in casa Turris. Dopo l’addio di Governucci e Grimaldi resta ancora da sciogliere il nodo su chi sarà il prossimo trainer dei corallini, anche se la rosa delle opzioni sembra essersi ristretta a due nomi. Da registrare una busca frenata nella pista che conduce a Giovanni Ferraro, nonostante un contatto avvenuto ieri sera con il club corallino. L’ex Vico sarebbe stato sorpassato nelle gerarchie dal torrese Franco Fabiano, già alla Turris durante la gestione Moxedano e reduce dall’esperienza al Savoia. Altro nome caldeggiato e fuori dai radar nostrani è quello di Agostino Iacobelli, classe ’63 ed ex centrocampista del Napoli, torrese di nascita ma che ha maturato la propria carriera di allenatore prevalentemente al Nord, durante la quale spiccano le esperienze con le giovanili di Catania, Ternana, Siena, Arezzo ed infine Sangiovannese in serie D.

Rumors che, seppur indirettamente trovano la conferma del presidente Colantonio, che questa volta vorrà scegliere personalmente a chi affidare la squadra: “Siamo in contatto con due nomi -rivela-. La decisione finale arriverà dopo la gara di coppa col Sorrento e lo abbiamo comunicato anche agli stessi. Quindi l’annuncio plausibilmente arriverà nelle prossime 48 ore”.

Il patron corallino spiega anche i motivi che hanno poi determinato la separazione dal duo Governucci-Grimaldi: “Purtroppo si era creato un clima in cui era divenuto impossibile lavorare per loro. Ormai avevano la piazza contro ed i risultati stentavano ad arrivare. Pertanto nell’incontro avvenuto ieri siamo arrivati alla stessa conclusione, ossia che era meglio interrompere il rapporto nell’interesse di tutte le parti in causa”.

Colantonio aggiunge: “Il nuovo allenatore avrà il compito di farci rialzare, dopo che abbiamo toccato veramente il fondo. La classifica attuale non rispecchia minimamente gli ingenti investimenti da noi sostenuti. La prossima guida tecnica dovrà conoscere la categoria e fungere anche da manager, dato che si occuperà anche di quei compiti propri del direttore sportivo”.