Lega Nazionale Dilettanti: le direttive per la numerazione delle maglie

 di Vincenzo Piergallino  articolo letto 643 volte
Fonte: notiziariocalcio
Lega Nazionale Dilettanti: le direttive per la numerazione delle maglie

Arrivano le direttive per la numerazione delle maglie che da quest'anno i calciatori poteranno in dote tutta la stagione o fino a quando non passeranno ad un altro club. Numeri fissi insomma per gli atleti delle singole rose. Ora La Lega Nazionale Dilettantiha comunicato le direttive per l'assegnazione corretta delle maglie.

Le linee guida contenute nell’importante circolare riguardano le gare dei campionati dilettantistici nazionali, regionali e provinciali oltre ai campionati giovanili Juniores dell’imminente stagione (in deroga all’art. 72 delle N.O.I.F).  

Per maglia personalizzata si intende la facoltà di indossare durante le gare dell'intero campionato uno stesso numero (scelto non necessariamente in modo progressivo) e non l’uso del cognome come avviene invece nei campionati professionistici. Per usufruire di questa possibilità, facoltativa e sperimentale, le società dovranno osservare le disposizioni che seguono:

Termini per la presentazione della numerazione personalizzata

Ogni società è tenuta ad assegnare un numero di maglia ai propri calciatori in organico, depositando l’elenco delle numerazioni al Dipartimento Interregionale a mezzo PEC (interregionale@pec.it) entro il 17/8/2017 alle ore 12 per quanto riguarda le gare del turno preliminare di Coppa Italia 2017/2018; entro il 24/8/2017 ore 12 per le gare del primo turno ed entro il 31/8/2017, sempre alle 12, per la prima gara di campionato. Gli elenchi verranno pubblicati dalla Segreteria sul Comunicato Ufficiale del Dipartimento Interregionale insieme ai vari aggiornamenti.

Disposizioni (La mancata osservanza delle quali, comporterà i provvedimenti disciplinari di cui all’Art. 1bis del Codice di Giustizia Sportiva).

-         Il calciatore dovrà mantenere il numero assegnatogli, e presente nell’elenco, sino al termine della stagione sportiva o, comunque, sino a quando dovesse trasferirsi ad altra società.

-         L’attribuzione dei numeri ai calciatori dovrà seguire i seguenti criteri: La numerazione per i portieri sarà obbligatoriamente: 1,12,22; gli eventuali altri portieri, oltre ai tre con la numerazione obbligatoria, dovranno seguire la numerazione successiva all’ultimo numero di maglia assegnato ad un giocatore di movimento.

-         La numerazione per i calciatori di movimento - in funzione del numero di tesserati -  non   è necessariamente progressiva e potrà arrivare fino al numero 99. Ogni nuova attribuzione di numero ad altro calciatore precedentemente non utilizzato, sia esso nuovo tesserato o infortunato, ivi compresi quelli in organico alle squadre giovanili (Juniores e Allievi) deve essere comunicata al Dipartimento, sempre a mezzo PEC entro le ore 12,00 del giovedì precedente la gara, quindi nell’ipotesi di gare infrasettimanali entro le ore 12,00 del lunedì precedente la gara.

Presentazione delle distinte di gioco

Per la presentazione della distinta di gioco, la società dovrà utilizzare il modello presente nell’area modulistica, elencando i calciatori secondo il numero di maglia crescente, eccezion fatta per il portiere che dovrà invece essere inserito al primo rigo della distinta. Per i giocatori in riserva dovrà utilizzarsi lo stesso criterio indicando il portiere nel primo rigo dello spazio previsto, sempre secondo il numero di maglia crescente fino ad un numero massimo di 9. Dovranno inoltre essere indicati nelle apposite e corrispondenti caselle: il Capitano con la lettera (K), il vice Capitano con le lettere (VK), i quattro under obbligatori in campo e quelli in panchina con la lettera (J).