La voce istituzionale: "Unità d'intenti e grandi investimenti per rivedere la Turris in C"

29.06.2019 13:53 di Vincenzo Piergallino   Vedi letture
La voce istituzionale: "Unità d'intenti e grandi investimenti per rivedere la Turris in C"

Nel corso della conferenza odierna spazio anche alla voce istituzionale, rappresentata dal sindaco di Torre del Greco Giovanni Palomba, dal Capo di Gabinetto Alfonso Ascione e dall’Assessore allo Sport Gennaro Granato.

A sottolineare la stretta sinergia tra società e comune è proprio Alfonso Ascione, che tra l’altro ha rappresentato l’amministrazione nell’incontro di giovedì scorso con Ghirelli: La carta vincente è stata quella di recarci insieme in Federazione, Turris e Amministrazione Comunale in maniera congiunta. Abbiamo dimostrato non solo l’importanza della Turris dal punto di vista sportivo, ma anche la grande attività di promozione sociale voluta da questa amministrazione attraverso lo sport, per una città che vanta comunque 84 mila abitanti. Abbiamo dimostrato con i fatti, determinazioni alla mano, che, non appena concluso il sopralluogo della Lega con le indicazioni sugli interventi da fare per la messa a norma del Liguori, ci siamo subito attivati, investendo circa un milione di un euro. La Turris è stata considerata dai massimi vertici del calcio alla pari di squadre che hanno fatto anche la serie A e questo per noi è motivo di grande soddisfazione.

Proprio questa forte volontà di investimenti, tanto sul fronte sportivo che infrastrutturale, oltre alla problematica eccezionale determinata dalle Universiadi, hanno indotto la Federazione a suggerirci la presentazione di questa istanza di richiesta riapertura termini per cause di forza maggiore, da presentare entro il 5 luglio. Se dovesse persistere la carenza d’organico dopo il 12 luglio, il Consiglio Federale sicuramente terrà conto della nostra situazione. Anche perché già il fatto che Torre Del Greco ed il Liguori siano entrati nel circuito delle Universiadi è di per sé un ulteriore titolo di merito e riconoscimento”.

Ascione aggiunge: “Ci siamo impegnati a proseguire insieme questo percorso, tant’è vero che l’istanza verrà sottoscritta sia dal sindaco che dal presidente Colantonio. Un percorso di piena condivisione per un obiettivo che è di estrema importanza non solo dal punto di vista sportivo, ma anche sociale ed economico per il nostro territorio. La questione Tribuna? Era legata ad un fatto di natura amministrativa che è di fatto stato già sanato, avendo ottenuto l’autorizzazione che mancava”.

Sulla stessa lunghezza d’onda anche il sindaco di Giovanni Palomba: “Alla Lega servono i fatti e con i fatti è stata dimostrata la consistenza economica della Turris e la forte volontà dell’amministrazione di investire nello sport. Il fatto che loro abbiano mostrato tanto rispetto e ammirazione per la nostra città, significa che non è poi così negativa come qualcuno vuole far passare. La nostra realtà ha tanti aspetti positivi che non sempre vengono valorizzati come si dovrebbe”.