Delusione ad Altamura: il club chiede il sostegno dei tifosi. Altrimenti...

06.02.2018 14:11 di Vincenzo Piergallino  articolo letto 716 volte
Fonte: comunicato stampa
Delusione ad Altamura: il club chiede il sostegno dei tifosi. Altrimenti...

ASD Team Altamura, nelle persone dei suoi dirigenti, invita i suoi tifosi a restare uniti alla squadra ed a tutta la dirigenza come fatto fino ad ora .
Domenica è andata in scena una festa stupenda: la festa dello sport, dei bambini, delle donne e di due grandiose tifoserie che hanno festeggiato una stupenda amicizia che ci lega con la Potenza calcistica da 30 anni. Ma il finale non è stato bellissimo: la nostra squadra (che ha dato tutto !!!) coperta da fischi ed insulti, mentre allo stesso momento la squadra del Potenza (alla quale vanno i nostri complimenti) applaudita proprio davanti ai nostri giocatori. Una cosa davvero umiliante.
Sappiamo bene che la maggiorparte dei nostri sostenitori che ci segue ovunque non era d'accordo: bene, noi abbiamo bisogno di loro. E' proprio in questo delicato momento chiediamo alla parte sana del nostro pubblico il proprio supporto, frutto di amore e sacrifici per seguire i nostri colori tutte le domeniche dell'anno . 
In settimana è stato chiesto l'impegno, da parte di tutti: società e tifosi. Crediamo che la risposta sia stata data, si affrontava la squadra più forte del campionato ed è stata anche messa in difficoltà, è mancato solo il risultato.
Fa male assistere a scene del genere, fa male sentire voci strane addirittura prima che iniziasse la gara. 
Fa male sentire ancora nominare e rinfacciare decisioni prese da questa società solo per il bene della squadra, come la esclusione del calciatore Salvatore Cannito avvenuta per motivi disciplinari. Le regole, in uno spogliatoio, vanno rispettate e sono valide per tutti. 
Qualcuno ha dimenticato che questa partita mancava da vent'anni, davverto troppi, come da tanti anni mancavano scontri in stadi prestigiosi come quelli che varchiamo ogni Domenica. Tutto ciò è frutto soprattutto dei sacrifici di una giovane dirigenza che crede in un progetto duraturo. Una squadra neopromossa come la nostra ha bisogno del calore e del sostegno del proprio pubblico, se davvero si vuole costruire qualcosa di serio .
Ma se sussistono ancora queste condizioni sarà impossibile per noi riuscire ad andare avanti e proseguire questa avventura.