BUON COMPLEANNO TURRIS! 74 candeline tra "Post fata resurgo" e "Simm semp a Turris!"

10.09.2018 16:03 di Vincenzo Piergallino  articolo letto 1059 volte
BUON COMPLEANNO TURRIS! 74 candeline tra "Post fata resurgo" e "Simm semp a Turris!"

Al Gran Caffe' Palumbo nella Villa Comunale si incontrano il Dr. Francesco Coscia, Raffaele Carbone, Amerigo Liguori, prossimo sindaco cui in seguito verrà intitolato l'attuale campo sportivo, Aniello Mazza, arbitro di serie A, per concretizzare quello che un'assemblea popolare, tenuta nel glorioso Teatro Garibaldi, il 10 settembre 1944, aveva deciso: la nascita della nostra Turris. Il 9 dicembre 1944 la Società Polisportiva Turris invia al comitato calcistico campano l'iscrizione al campionato di prima divisione.

Nacque così la Turris e oggi son 74 gli anni per i corallini. Gioie e dolori per i sostenitori biancorossi, che in 74 anni hanno visto tanta serie C, ma anche tanto, troppo, dilettantismo. Sembra essere l'anno giusto questo. C'è entusiasmo, si tange. Ma l'avvento del Bari nel girone dei corallini, ha ottenuto un effetto quasi negativo sull'umore della piazza. Una "sfortuna" cosmica verrebbe da dire, con la Turris che ha per la prima volta dopo tanti anni una rosa all'altezza dei sogni dei tifosi. E proprio in uno dei pochi anni dove si ha una rosa oggettivamente importante, capace di giocarsela, è piombato il Bari di De Laurentis, ma anche l'ostracismo del Comune. Infatti se altrove si stendono tappeti rossi agli imprenditori facoltosi, a Torre del Greco pare si faccia di tutto per scoraggiarli. Non ultima la penalizzazione per reati non commessi dall'attuale gestione. Verrebbe da dire "Post fata resurgo", ma anche "Simm semp a Turris!"