L'ANALISI DEL CALENDARIO - Inizio impegnativo per la Turris. Dicembre al Liguori, finale siciliano...

01.09.2016 06:00 di Vincenzo Piergallino   Vedi letture
L'ANALISI DEL CALENDARIO - Inizio impegnativo per la Turris. Dicembre al Liguori, finale siciliano...

E’ finalmente tempo di campionato per la Turris. Dopo le due gare di rodaggio in Coppa Italia, i corallini domenica cominceranno la propria scalata verso la Lega Pro.

SI FA SUBITO SUL SERIO - l calendario degli uomini di Baratto appare impegnativo nelle prime 5 giornate, soprattutto lontano dalle mura amiche, dato che sono previste subito 3 trasferte dall’indice di difficoltà crescente: prima l’esordio a Gragnano; poi la visita alla Frattese alla terza ed il derby in quel di Cava alla quinta. Questi ultimi due impegni sulla carta possono essere considerati già dei veri e propri scontri diretti al vertice, intervallati dalle gare del Liguori contro Due Torri e Castrovillari. Da una parte forse meglio affrontare le avversarie più attrezzate il prima possibile, dato che la Turris è stata tra le poche ad iniziare con maggior anticipo la preparazione e quindi in teoria potrebbe sfruttare questo vantaggio temporale sulle altre. Dall’altra però è anche vero che un calendario del genere impone ai biancorossi un margine d’errore assai ristretto sin da subito. Pro e contro che ovviamente solo il campo rivelerà tali.

DICEMBRE AL LIGUORI - Più livellato invece il programma delle giornate successive, con la Turris che tra ottobre e novembre sfiderà in casa Roccella, Sarnese, Gladiator e Palmese, mentre fuori se la vedrà con Sersale, Igea Virtus, Rende e Sancataldese. Il mese di dicembre invece la Turris lo trascorrerà quasi interamente in casa, infatti gli uomini di Baratto giocheranno 3 gare su 4 al Liguori: prima il doppio impegno casalingo consecutivo con Aversa e Gela (quest’ultimo all’Immacolata, nota festa patronale della città di Torre), di seguito la trasferta di Pomigliano per poi chiudere anno solare e girone d’andata contro la Sicula Leonzio sempre tra le mura amiche.

TRASFERTE LUNGHE - Nel girone di ritorno la Turris aprirà il nuovo anno in casa ed avrà il vantaggio di sfidare Cavese e Frattese al Liguori. Ma allo stesso tempo è nella seconda parte della stagione che i corallini affronteranno le trasferte più lunghe. Infatti i biancorossi viaggeranno 3 volte in Sicilia (sulle 5 trasferte totali sull’isola) e 3 in Calabria (sulle 5 totali). Parte di esse sono concentrate tra gennaio e febbraio, durante i quali la Turris farà visita al Due Torri, al Castrovillari e al Roccella. Gli uomini di Baratto macineranno km anche nel finale di campionato, dato che le ultime due trasferte saranno in Sicilia contro Gela e Sicula Leonzio. Particolarmente suggestiva l’ultima giornata, dal momento che la sfida esterna contro i siculi (considerati tra i possibili avversari nella lotta al vertice) potrebbe valere una potenziale finale per la lotta promozione.

Il cammino completo della Turris.

1^ Gragnano-Turris

2^ Turris-Due Torri

3^ Frattese-Turris

4^ Turris-Castrovillari

5^ Cavese-Turris

6^ Turris-Roccella

7^ Sersale-Turris

8^ Turris-Sarnese

9^ Igea Virtus-Turris

10^ Turris-Gladiator

11^ Rende-Turris

12^ Turris-Palmese

13^ Sancataldese-Turris

14^ Turris-Aversa

15^ Turris-Gela

16^ Pomigliano-Turris

17^ Turris-Leonzio