Due Torri ad un passo dalla scomparsa, domenica niente Aversa?

 di Salvatore Pellino  articolo letto 733 volte
Fonte: 98zero
Due Torri ad un passo dalla scomparsa, domenica niente Aversa?

L’addio di mister Venuto di qualche settimana fa, il saluto di buona parte di quella rosa che aveva fatto le fortune negli ultimi anni del club pirainese e l’ingresso in società di nuovi soci con un passato sportivo non troppo lusinghiero erano segnali forti prima dell’inevitabile resa.

Bandiera bianca (e rossa) alzata, il Due Torri è destinato a sparire. Una storia ultraquarantennale, mai una retrocessione, società dei miracoli negli scorsi anni sotto la guida di quel condottiero, Antonio Venuto, capace di fare le nozze coi fichi secchi. Ma senza soldi non si canta messa. I sacrifici della dirigenza non bastano più. La mancanza di solidi partners ha portato allo smantellamento. Tante promesse, rassicurazioni per i più giovani trattenuti per l’incontro contro la Sancataldese, perso malamente per 0-4. L’arrivo a Piraino di mister Catalano, sotto chissà quali auspici, il tentativo miseramente fallito di rinforzare la squadra e, quindi, la definitiva resa.

No money, no party. Ieri pomeriggio l’amara verità: il presidente Di Bartolo, parlando con la squadra, ha reso noto che non sussistono più le condizioni per continuare il campionato di Serie D. Tutti i calciatori sono liberi di trovarsi una nuova sistemazione, tramite svincolo o trasferimento. La trasferta di domenica in Campania? Tutto archiviato. Il Due Torri al 99,9% non si presenterà alla sfida contro l’Aversa Normanna e subito dopo potrebbe inviare la lettera di rinuncia.

E così, dopo Tiger e Orlandina, il comprensorio perde il suo ultimo baluardo in quarta serie. Impossibile sopravvivere a spese del genere per centri così piccoli. L’idea di unire le forze, razionalmente l’unica soluzione possibile, è sempre stata messa da parte per campanilismo e attaccamento ai propri colori. Legittimo, per carità, ma chi è causa del suo mal pianga se stesso. L’unica formazione messinese a tenere alti i colori della provincia in D sarà quindi l’Igea Virtus